Palazzo Diomede Carafa di Maddaloni

Palazzo Diomede Carafa di Maddaloni

Il palazzo prende il nome da Diomede Carafa, facoltoso e potente Conte di Maddaloni, uomo politico e d’arme alla corte degli Aragonesi, nonché poeta e raccoglitore di antichità.
L’edificio fu costruito su di una preesistente struttura di impianto medievale, probabilmente appartenuta alla famiglia stessa, come nuova residenza allo scopo di raccogliere i reperti di epoche remote rinvenuti nella città. La ricostruzione e l’anno di completamento dei lavori del palazzo, avvenuti nel 1466.

Il progetto consiste in una proposta di restauro e di manutenzione per alcune delle opere presenti in situ e di una proposta di conservazione e allestimento del fusto della colonna portante che sorregge il vestibolo, la cui sostituzione si impone per motivi statici. Il progetto preliminare prevede operazioni diversificate a seconda delle opere e delle loro esigenze conservative. Tutti gli interventi saranno corredati dalla documentazione fotografica dello stato di conservazione precedente al restauro e delle varie fasi d’intervento.